Home Kronplatz gigante femminile 2024: anticipazioni e protagonisti

Kronplatz gigante femminile 2024: anticipazioni e protagonisti

Martedì si svolgerà l’ottavo gigante femminile della stagione a Kronplatz, una classica sulla pista impegnativa di San Vigilio di Marebbe. Tuttavia, questa volta la sfida sarà senza tre top come Shiffrin, Vlhova e Grenier, creando un cambiamento negli equilibri. Le due punte azzurre, pronte a brillare, adorano questa pista e puntano al massimo risultato. La gara vedrà Gut-Behrami uscire subito dopo la sua rivale per il pettorale rosso, mentre Goggia partirà con il numero 14. La squadra italiana sarà rappresentata anche da Platino, Melesi, Zenere, Della Mea, Ghisalberti e Pirovano.

La pista ‘Erta’ di San Vigilio di Marebbe pronta per l’ottavo gigante”

La pista “Erta” di San Vigilio di Marebbe ospiterà l’ottavo gigante femminile della stagione, diventando una classica anche se è presente nel circuito di Coppa del Mondo solo dal 2017. La competizione si terrà martedì, con la prima manche alle 10.30 e la seconda alle 13.30. La gara sarà trasmessa in diretta su Eurosport 1 e Rai 2. Le condizioni della pista sono eccellenti, e il meteo promette di non causare problemi.

Top assenti e podio azzurro: anticipazioni sulla gara

L’infortunio di Shiffrin a Cortina, insieme alle assenze di Vlhova e Grenier, apre la strada a nuovi protagonisti. Marta Bassino, partita col numero 2, ha dimostrato una buona forma a Cortina e cerca il suo primo podio stagionale. La competizione si preannuncia interessante anche per Federica Brignone, partita col numero 4, che si troverà a sfidare Sara Hector e Lara Gut-Behrami. Quest’ultima, partita col numero 5, è in grande forma, avendo vinto gli ultimi due super-g.

Startlist e favoriti: analisi della competizione

La startlist della prima manche mostra Ragnhild Mowinckel con il pettorale numero 1, seguita da Marta Bassino al numero 2. La mancanza delle top rende la competizione più aperta, con atlete come Alice Robinson (6), che è stata sul podio a Jasna, pronte a stupire. Il secondo sotto gruppo vede ancora Norvegia in evidenza, con Holtmann, seguita da atlete come Clara Direz, Liensberger e Moltzan. Sofia Goggia, partita col numero 15, rappresenta una mina vagante per il podio. L’Italia sarà ben rappresentata, con azzurre come Platino, Melesi, Zenere, Della Mea, Ghisalberti e Pirovano pronte a dare il massimo.