Home Maltempo in Italia: caldo record in Sicilia, Puglia, e Molise, attenzione al gelicidio al Nord

Maltempo in Italia: caldo record in Sicilia, Puglia, e Molise, attenzione al gelicidio al Nord

Maltempo in Italia: caldo record in Sicilia, Puglia, e Molise, attenzione al gelicidio al Nord - ilvaporetto.com

Maltempo in Italia: Caldo Anomalo e Allerta Meteo

Anche l’Italia è coinvolta nella tempesta Irene che sta causando maltempo estremo in Europa. Nel nostro Paese è in atto una rimonta calda pre-frontale rispetto al ciclone sull’Europa centrale: le temperature sono in forte aumento al punto che al momento abbiamo un caldo anomalo davvero incredibile per questo periodo dell’anno, soprattutto in Sicilia, Puglia, Molise e in generale nelle zone interne dell’Appennino. Le temperature, infatti, hanno già raggiunto +22°C a Palermo, +21°C a Barcellona Pozzo di Gotto, +19°C a Bari, Barletta, Termoli e Oristano, +18°C a Cagliari, Sassari, Iglesias, Foggia, Lecce, Brindisi, Chieti e Pescara, +17°C a Benevento, +16°C a Roma, Guidonia e Terni, +15°C ad Avellino, Campobasso e Viterbo.

Le temperature aumenteranno ulteriormente nelle prossime ore, quando si intensificherà il flusso caldo prefrontale proveniente da sud/ovest a furia di forti venti di libeccio che si intensificheranno tra oggi pomeriggio e domani, giovedì 18 gennaio. Attenzione all’Appennino centro/meridionale, dove le raffiche supereranno i 120km/h con gravi danni e un intenso garbino sulle Regioni Adriatiche.

Allerta Meteo: Temperature in Aumento e Forti Venti

Osservando la situazione meteo, possiamo vedere come oggi farà molto caldo soprattutto in Sardegna e nella Sicilia tirrenica, oltre che in Abruzzo, Molise e Puglia. Al contrario, possiamo notare grandi sbalzi termici con la pianura Padana dove, invece, anche le temperature massime rimarranno gelide, a ridosso degli 0°C, soprattutto in Piemonte e Veneto.

Invece domani, giovedì 18 gennaio, farà molto più caldo in tutt’Italia: avremo addirittura picchi di +25°C in Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia orientale, ma stavolta anche in pianura Padana ci sarà una bella scaldata. Sarà una giornata quasi primaverile dal punto di vista delle temperature, con precipitazioni limitate alla dorsale appenninica occidentale tra Toscana, Umbria, Lazio e Campania.

Allerta Meteo: Focus sul Gelicidio e Rischi Associati

Il maltempo, invece, si concentrerà sul Centro/Nord Italia nel pomeriggio-sera di oggi. Si intensificheranno le forti piogge in atto sull’alta Toscana e sulla Liguria di Levante, ma soprattutto c’è alto rischio di gelicidio in pianura Padana, tra zone interne della Liguria, Emilia, Piemonte e Nord/Est.

Cos’è il Gelicidio?

Il gelicidio è un fenomeno meteorologico invernale caratterizzato dalla formazione di ghiaccio su superfici esposte, causato dalla pioggia che congela al contatto. Questo processo avviene quando gocce di pioggia super-raffreddate (al di sotto del punto di congelamento, ma ancora liquide) colpiscono superfici solide che hanno temperature al di sotto dello zero. Il risultato è uno strato di ghiaccio liscio e trasparente, noto anche come “ghiaccio nero”, particolarmente pericoloso perché spesso invisibile.

Rischi e Pericoli Associati al Gelicidio

Il gelicidio rappresenta un serio rischio per la sicurezza, in particolare nelle aree urbane e sulle strade. Può causare incidenti stradali a causa della scarsa aderenza dei pneumatici sul ghiaccio. Anche i pedoni sono a rischio, poiché i marciapiedi possono diventare estremamente scivolosi. Inoltre, il peso del ghiaccio può causare danni a strutture come alberi, linee elettriche e tralicci, portando a interruzioni di corrente e danni alla proprietà.

Episodi Drammatici in Europa e Italia

Europa: Uno degli episodi più gravi di gelicidio in Europa si è verificato nel gennaio 2003, quando una vasta area dall’Inghilterra alla Russia è stata colpita. Ci furono interruzioni di corrente estese e danni significativi alle infrastrutture.

Italia: In Italia, episodi memorabili si sono verificati nella Pianura Padana, dove le condizioni climatiche sono spesso propizie per il gelicidio. Un episodio significativo è stato quello del gennaio 2017, che ha colpito la Lombardia e il Veneto, causando gravi interruzioni nelle attività quotidiane, danni a veicoli e infrastrutture, e richiedendo l’intervento delle forze di emergenza.