Home Due film italiani alla Berlinale 74: Quell’estate con Irene e Il cassetto segreto

Due film italiani alla Berlinale 74: Quell’estate con Irene e Il cassetto segreto

Due film italiani alla Berlinale 74: Quell'estate con Irene e Il cassetto segreto - ilvaporetto.com

Berlinale 2024: Due Film Italiani in Evidenza

La Berlinale 74, in programma dal 15 al 25 febbraio, ha annunciato i titoli che compongono le sezioni Special, Panorama, Forum e Forum Expanded, Generation, Shorts, Classics, Retrospective e Homage. La selezione ufficiale include due film italiani, che si uniscono alla serie Supersex, il biopic Netflix su Rocco Siffredi con Alessandro Borghi. La line-up completa, con i film del Concorso in gara per l’Orso d’oro, sarà presentata il 22 gennaio.

Quell’estate con Irene: Un Viaggio Emozionante

In anteprima mondiale alla Berlinale 74, nella sezione Generation, c’è Quell’estate con Irene, l’opera seconda di Carlo Sironi. Il film racconta la storia di Clara (interpretata da Maria Camilla Brandenburg) e Irène (interpretata da Noée Abita), due ragazze di 17 anni che si incontrano per la prima volta nell’agosto del 1997 durante una gita organizzata dall’ospedale che le ha in cura. Nonostante la malattia, le due diventano inseparabili e decidono di scappare insieme su un’isola lontana per poter vivere la loro prima vera estate. Sironi spiega che il film “nasce dal desiderio di raccontare quel momento in cui le prime impressioni della vita ci colpiscono e vanno a creare la nostra identità e la nostra memoria, quell’estate che non dimenticheremo mai”.

Sironi ha dichiarato: “Volevo realizzare un film che avesse la sostanza indefinita di un sogno ad occhi aperti e la precisione chirurgica dei ricordi più importanti. La prima volta che l’ho immaginato stavo ascoltando To Wish Impossible Things dei The Cure: ‘Remember how it used to be / when the sun would fill up the sky. / Remember how we used to feel, / those days would never end’.”

Il Cassetto Segreto di Costanza Quatriglio

Nella sezione Forum della Berlinale 74, è in evidenza Il cassetto segreto di Costanza Quatriglio. La regista compie un viaggio sentimentale e avventuroso nella Sicilia del Novecento recuperando bobine, fotografie, registrazioni sonore e documenti dall’archivio del padre, il giornalista e scrittore Giuseppe Quatriglio. Il documentario, prodotto da Indyca, Rough Cat e RSI – Radiotelevisione svizzera, sarà distribuito prossimamente al cinema da Luce Cinecittà.

Quatriglio ha spiegato: “Nell’antica Grecia, accanto a Kronos, il tempo che scorre, c’è Kairos, il tempo debito, il tempo in cui le cose accadono perché spinte dalla necessità che agisce sulla nostra volontà. Il distacco dalla biblioteca di mio padre è il tempo debito; il tempo del lasciare è il tempo della conoscenza. Trasferire i libri, trasferire memoria. Trovandomi di fronte questo dono che la vita mi ha dato, sto facendo quello che devo fare. Sento che interrogo il mio mestiere, non solo per il gusto del cinema, ma anche per rispondere a quella che d’un tratto mi è parsa una chiamata. Fare cinema con immagini di repertorio è gesto di condivisione; ripercorrere, ripetere, elaborare, per vedere con altri occhi ciò che risuona nella memoria di noi tutti, a volte senza che noi stessi ce ne rendiamo conto.”

Foto: Kino Produzioni / June Films – Indyca / Luce Cinecittà

Riproduzione riservata ©2024 – PCTV