Home Fedez e Luis Sal a processo contro Alessandro Rosica

Fedez e Luis Sal a processo contro Alessandro Rosica

Il noto blogger di gossip Alessandro Rosica, titolare dell’account popolare “Investigatoresocialofficial”, si trova al centro di una controversia legale per le insinuazioni fatte riguardo a una presunta relazione extraconiugale tra Fedez e lo youtuber Luis Sal. Questa vicenda giudiziaria, che ha suscitato grande interesse mediatico, è stata segnalata per la prima volta dal sito di Repubblica.

Le accuse e il processo in arrivo

Rosica, 31 anni, è stato citato in giudizio per diffamazione, accusato di aver offeso la reputazione di Federico Leonardo Lucia, meglio conosciuto come Fedez, attribuendogli una relazione sentimentale con Luis Sal. Le dichiarazioni rilasciate dal blogger su Instagram hanno portato alla querela da parte del rapper. Il processo penale, istruito dal pubblico ministero di Santa Maria Capua Vetere, vedrà la sua prima udienza nel mese di aprile.

Le insinuazioni e il contesto

Le insinuazioni di Rosica sono emerse durante una serie di commenti pubblicati sul suo account Instagram in merito alla serie “I Ferragnez” su Amazon Prime Video, che tratta della crisi matrimoniale tra Fedez e Chiara Ferragni. Attraverso il suo canale, Rosica aveva suggerito esplicitamente che dietro l’uscita di Luis Sal dal progetto “Muschio Selvaggio” potesse celarsi una relazione sentimentale con Fedez.

La reazione di Rosica

In risposta alla notizia della citazione in giudizio, Rosica ha espresso il suo disappunto sui social, sottolineando che si era già confrontato con Fedez e che la vicenda era stata chiarita tra le parti interessate. Tuttavia, il processo penale rimane in corso e Rosica si prepara ad affrontare le accuse di diffamazione.

Questa controversia evidenzia ancora una volta la delicatezza delle questioni legali nel mondo del gossip e l’importanza di trattare le informazioni con responsabilità e rispetto per la reputazione delle persone coinvolte. La vicenda continuerà a essere seguita da vicino mentre si avvicina la data del processo.