Home Madonna denunciata dai fan per ritardo concerto a New York: possibile class action in arrivo

Madonna denunciata dai fan per ritardo concerto a New York: possibile class action in arrivo

Madonna denunciata dai fan per ritardo concerto a New York: possibile class action in arrivo - ilvaporetto.com

Madonna Denunciata da Due Fan per Ritardo al Concerto di New York

Madonna è stata denunciata da due suoi fan, Michael Fellows e Jonathan Hadden, a causa del ritardo con cui ha iniziato il suo concerto a New York. I due fan sostengono che il ritardo di due ore costituisca una violazione contrattuale e li abbia costretti a subire disagi nei trasporti pubblici e ad affrontare costi aggiuntivi per i mezzi di trasporto. La denuncia coinvolge anche il Barclays Center e Live Nation, accusati di pratiche commerciali ingiuste e ingannevoli.

Ufficialmente, il concerto a New York avrebbe dovuto iniziare alle 20.30, ma secondo i querelanti, Madonna è salita sul palco due ore dopo, alle 22.30, e ha concluso lo spettacolo dopo la mezzanotte.

“Madonna aveva dimostrato una irriverente difficoltà nel garantire una performance tempestiva o completa, e gli imputati erano consapevoli che qualsiasi dichiarazione relativa all’orario di inizio di uno spettacolo costituiva, nella migliore delle ipotesi, una speculazione ottimistica”, si legge nella causa. Si apre la possibilità di una class action che potrebbe coinvolgere altri fan danneggiati dall’atteggiamento della popstar.

La Gaffe di Madonna a Toronto

Non è la prima volta che Madonna suscita scalpore durante un concerto. Durante una tappa del suo The Celebration Tour a Toronto, la cantante ha salutato il pubblico di Boston anziché quello canadese, suscitando l’irritazione di molti presenti. Successivamente, ha tentato di scusarsi, ma ha involontariamente peggiorato la situazione, commettendo un’altra gaffe riguardante Lady Gaga. Sul palco, ha dichiarato: “Ok vi siete arrabbiati con me perché prima ho detto Ciao Boston? È un po’ come se voi aveste detto stasera canta Lady Gaga. Non mi sarebbe piaciuto”.