Home Alviero Martini commissariata per sfruttamento lavorativo e violazioni igienico-sanitarie

Alviero Martini commissariata per sfruttamento lavorativo e violazioni igienico-sanitarie

Alviero Martini commissariata per sfruttamento lavorativo e violazioni igienico-sanitarie - ilvaporetto.com

Commissionato il commissariamento dell’azienda di moda Alviero Martini

La nota azienda di alta moda Alviero Martini è stata oggetto di un provvedimento di commissariamento in seguito a presunte irregolarità legate al mancato controllo delle condizioni lavorative nel ciclo produttivo. Il provvedimento è stato disposto dalla Sezione misure di prevenzione, presieduta da Fabio Roia. Secondo quanto riportato dall’Ansa, l’azienda è stata ritenuta responsabile di non aver effettuato ispezioni o audit sulla filiera produttiva per verificare le reali condizioni lavorative.

Irregolarità e sfruttamento lavorativo

Le indagini hanno evidenziato una presunta connessione tra il settore del lusso e laboratori cinesi, finalizzata a ridurre i costi e massimizzare i profitti. In particolare, otto opifici sono stati controllati e tutti sono risultati irregolari. Sono stati identificati 197 lavoratori, di cui 37 risultavano essere occupati in nero e in modo clandestino. Le condizioni lavorative all’interno degli stabilimenti sono state descritte come caratterizzate da sfruttamento, con pagamenti al di sotto della soglia, orari non conformi e ambienti insalubri. Inoltre, sono state riscontrate gravi violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, tra cui omessa sorveglianza sanitaria e mancanza di formazione e informazione. La manodopera era alloggiata in dormitori realizzati abusivamente e in condizioni igienico-sanitarie al di sotto degli standard etici minimi.

Responsabilità e conseguenze

Il commissariamento dell’azienda Alviero Martini è un segnale delle crescenti preoccupazioni riguardo alle condizioni lavorative all’interno del settore della moda e della produzione. L’azienda è chiamata a rispondere delle presunte irregolarità e a prendere misure correttive per garantire il rispetto delle normative in materia di lavoro e sicurezza. Il provvedimento evidenzia l’importanza di un controllo accurato e costante all’interno della filiera produttiva, al fine di prevenire situazioni di sfruttamento e garantire condizioni di lavoro dignitose per tutti i dipendenti coinvolti.

Per ulteriori aggiornamenti, si rimanda alle prossime notizie sull’argomento.

Autore: Anonimo