Home Intrattenimento Bella Hadid Denuncia Minacce di Morte e si Schiera per la Palestina

Bella Hadid Denuncia Minacce di Morte e si Schiera per la Palestina

Bella Hadid, celebre modella e attivista, ha denunciato di essere stata vittima di minacce di morte online e di aver visto diffusi i suoi dati personali e sensibili. La situazione è peggiorata a seguito del conflitto tra Israele e Palestina, che ha coinvolto anche la sua famiglia di origini palestinesi. Hadid ha scelto di condividere una lettera a cuore aperto su Instagram, in cui racconta le sue esperienze e riflessioni sulla guerra in corso in Medio Oriente.

L’impegno di Bella Hadid per la Palestina

Hadid ha sempre sostenuto il movimento per la Palestina Libera e ha deciso di non tacere di fronte alle minacce e alle violenze che sta subendo. Nel suo post su Instagram, si scusa per non essersi espressa prima sui suoi canali social e afferma che la paura non è un’opzione. La modella esprime il suo dolore per le perdite di vite umane e per il trauma che sta vivendo a causa del conflitto.

Un appello per la pace

Hadid si rivolge sia alle famiglie palestinesi che a quelle israeliane, affermando che nessun bambino o popolo dovrebbe essere separato dalla propria famiglia. La modella sostiene che fare del male a donne e bambini non serve al movimento per la Palestina Libera. Hadid condivide la sua ferma convinzione anche con sua sorella Gigi, che ha espresso preoccupazione sulla situazione e ha ricevuto un attacco da parte dello Stato di Israele.

Il video delle atrocità

Nel suo post, Hadid ha condiviso un video in cui una donna palestinese canta la canzone “Team” di Lorde, mostrando le atrocità causate dal conflitto. Hadid sottolinea che la sua famiglia e tutto il popolo palestinese subiscono violenza da 75 anni, con invasioni dei coloni, omicidi e rimozione forzata delle famiglie dalle loro case. La modella afferma che il dolore è inimmaginabile.

L’appello a non dimenticare

La lettera di Hadid si conclude con un appello a non dimenticare quanto stanno vivendo i civili a Gaza. La modella si schiera dalla parte dell’umanità e sostiene che la pace e la sicurezza appartengono a tutti. Hadid vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione e chiede di non rimanere in silenzio di fronte alle ingiustizie.

Conclusioni

Bella Hadid ha denunciato pubblicamente le minacce di morte e la diffusione dei suoi dati personali online. La modella ha scelto di condividere una lettera su Instagram in cui esprime il suo dolore per il conflitto tra Israele e Palestina e il suo impegno per la Palestina Libera. Hadid ha condiviso un video che mostra le atrocità causate dal conflitto e ha fatto un appello a non dimenticare la sofferenza dei civili a Gaza. La modella vuole sensibilizzare l’opinione pubblica e chiede di non rimanere in silenzio di fronte alle ingiustizie.