Home Francesca Fogar: la giornalista Mediaset ricorda il padre Ambrogio e racconta la sua vita straordinaria

Francesca Fogar: la giornalista Mediaset ricorda il padre Ambrogio e racconta la sua vita straordinaria

Francesca Fogar: la giornalista Mediaset ricorda il padre Ambrogio e racconta la sua vita straordinaria - ilvaporetto.com

Francesca Fogar: “Mio padre, un esploratore straordinario”

La giornalista Francesca Fogar, 47 anni, ha recentemente ricordato suo padre, Ambrogio Fogar, in un’intervista al “Corriere della Sera”. L’esploratore e navigatore è scomparso nel 2005, tredici anni dopo essere rimasto tetraplegico in un incidente durante una tappa del rally Pechino-Mosca-Parigi in Turkmenistan. Francesca ha condiviso: “Mio padre sapeva che il lavoro non era per lui. Della professione di assicuratore gli rimase la capacità di calcolare il rischio con grande chiarezza. Decideva di correrlo sempre. Era il suo modo di rispondere a domande di tutti: cosa c’è al fondo della vita, com’è fatto il mondo, cos’è la grandezza. Di qui le sue imprese”.

Ambrogio Fogar con la figlia Francesca

Francesca Fogar: “Essere figlia di un’anima eccezionale”

Francesca Fogar ha ereditato la passione per l’avventura e il rischio da suo padre. Ha il brevetto da paracadutista e ha attraversato l’Atlantico del Nord sulla barca di Giovanni Soldini. “Ho tre figli: Diana Lola, Lupo Sebastiano, gemelli di 10 anni, e Achille Ambrogio, 7. Quando hai figli, il tuo senso di cosa puoi fare si ridimensiona”, ha spiegato. Nonostante la sua intraprendenza, Francesca ha rivelato: “Ho la certezza che essere figlia di questa anima eccezionale sia stato un dono”.

Francesca Fogar: “Una sorellanza tardiva”

Francesca ha condiviso un aneddoto toccante: “Rimuovevo il pensiero di lui immobilizzato, o me ne ossessionavo. Una volta mi imposi di stare coricata un giorno, per sentire quel che sentiva lui. Durai poche ore. Mi riempivo di feste, fidanzati sbagliati, eccessi. Era come se fossi sempre stata guidata da un capitano, e ora fossi sola in mare col timone in mano”. Inoltre, ha parlato del rapporto con sua sorella Rachele, nata dall’unione tra Ambrogio Fogar e Katalin Szjiarto: “Nel 2020 mi ha cercata lei, e da allora viviamo una sorellanza tardiva. Ci accomuna la spavalderia. Il tuffarsi nelle cose”.

Francesca Fogar

Queste parole di Francesca Fogar ci mostrano il lato intimo di una vita segnata dall’avventura, dal coraggio e dalla ricerca di significato. La figura di Ambrogio Fogar continua a influenzare profondamente la vita di sua figlia, che ha ereditato la sua determinazione e il suo spirito indomito.