Home Giorgio Armani: l’icona della moda festeggiata da Vanity Fair con una toccante intervista sul numero 4-5.

Giorgio Armani: l’icona della moda festeggiata da Vanity Fair con una toccante intervista sul numero 4-5.

Giorgio Armani: l'icona della moda festeggiata da Vanity Fair con una toccante intervista sul numero 4-5. - ilvaporetto.com

Vanity Fair Celebra l’Iconico Giorgio Armani con un Numero Speciale

Vanity Fair dedica la Icon Issue, il numero speciale che celebra le grandi icone della cultura contemporanea, all’iconico stilista Giorgio Armani.

Questo speciale è pubblicato sul numero 4-5 di Vanity Fair in edicola fino al 30 gennaio 2024.

L’intervista Esclusiva a Giorgio Armani: Un Viaggio nei Suoi Ricordi e Nella Sua Vita

A quasi 90 anni, e con quasi 50 anni dalla sua prima sfilata, Giorgio Armani si concede a Vanity Fair in un’intervista esclusiva. L’iconico stilista condivide i suoi pensieri e ricordi, rivelando: “Non riesco più a dormire. Ogni notte, nel letto, ricordo il mio passato. Tutto il mio passato. E quando mi addormento, faccio sogni micidiali.”

Prima di questa intervista, l’incontro con Giorgio Armani avviene a Pantelleria, d’estate, in una cena tra amici nella sua casa che lo rende felice, descritta da lui come “un sogno disegnato su uno scoglio”. Nonostante la dieta ferrea imposta dalla grave epatite che lo ha colpito qualche anno fa, il Signor Giorgio si mostra determinato e in forma.

I Ricordi di Giorgio Armani: Un Viaggio nel Passato dell’Icoico Stilista

Nell’intervista, Giorgio Armani rivela: “Oggi mi sento tutti gli anni che ho. È cambiato che il tempo passa, come passano le decadi. E di fronte a tutto questo non ho potuto che fare un passo indietro. Il mio fisico. Il mio modo di presentarmi. Il sorriso che a volte è spento. Ho dovuto imparare a stare al gioco del tempo. Non puoi fare altro.”

L’iconico stilista si lascia poi trasportare indietro nel tempo, parlando della sua giovinezza e dei ricordi che lo hanno formato. Armani rivela di essere stato un ragazzino “timidissimo” e condivide ricordi delle estati trascorse sulle rive del fiume Trebbia, definendolo “la vacanza, il mare” per lui e la sua famiglia. Parla anche di un episodio sconcertante in cui si è gettato su sua sorella per proteggerla dagli spari di una mitragliatrice durante la guerra.

Infine, Giorgio Armani condivide un tenero ricordo di sua madre, sottolineando l’importanza del rigore e del gusto per l’essenziale che ha ereditato da lei, attribuendo queste qualità alla situazione economica della sua famiglia durante la sua infanzia.