Home Gratteri: Il Nuovo Procuratore della Repubblica di Napoli

Gratteri: Il Nuovo Procuratore della Repubblica di Napoli

Il procuratore Nicola Gratteri

Nicola Gratteri, 65 anni, è stato nominato nuovo procuratore della Repubblica di Napoli. Dopo quasi un anno e mezzo di vacanza, il posto di procuratore di Napoli è stato finalmente riempito. Gratteri ha ottenuto 19 voti, mentre il procuratore di Bologna, Giuseppe Amato, ha ottenuto cinque voti e la procuratrice aggiunta di Napoli, Rosa Volpe, ha ottenuto otto voti.

Gratteri ha ricevuto il sostegno del vicepresidente del Csm Fabio Pinelli, del Pg della Cassazione Luigi Salvato, dei laici di centro-destra, del laico di Italia Viva Ernesto Carbone, dei consiglieri di Magistratura Indipendente, dell’indipendente Andrea Mirenda e del togato di Unicost Antonino Laganà. Gli altri hanno sostenuto Amato. La presidente della Cassazione Margherita Cassano e il consigliere indipendente Roberto Fontana hanno votato per Amato.

Gratteri è stato scelto per la sua vasta esperienza nel contrasto alla criminalità organizzata, sia a livello nazionale che internazionale. Ha collaborato con procure di tutto il mondo e ha contribuito alla cattura di circa 140 latitanti, alcuni dei quali erano considerati tra i più pericolosi.

Durante il dibattito che ha preceduto il voto, sono state sollevate critiche sul modo in cui Gratteri interpreta il ruolo di procuratore e sul suo metodo di lavoro. Queste critiche sono state espresse da coloro che hanno sostenuto gli altri candidati. Tuttavia, la maggioranza ha ritenuto che l’esperienza e l’impegno di Gratteri nel contrasto alla criminalità organizzata lo rendessero la scelta migliore per guidare la Procura di Napoli.

Con la nomina di Gratteri, si spera che la Procura di Napoli possa continuare a combattere efficacemente la criminalità organizzata e a garantire la sicurezza della città.

Segui Avvisatore su Instagram: @avvisatore.it