Home Pasta, quanti grammi mangiarne al giorno per non ingrassare: altro che 80gr | I nutrizionisti parlano chiaro

Pasta, quanti grammi mangiarne al giorno per non ingrassare: altro che 80gr | I nutrizionisti parlano chiaro

Pasta - Avvisatore.it

Pasta - Avvisatore.it

Coloro che non possono fare a meno della pasta devono sapere che non devono eccedere. Ecco cosa si consiglia per non avere un brutto rapporto con i carboidrati

“La pasta è un alimento a base di farina di diverse estrazioni, tipico delle varie cucine regionali d’Italia, divisa in piccole forme irregolari destinate alla cottura in acqua bollente e sale o con calore umido e salato”, ecco la definizione che possiamo trovare su Wikipedia.

Proseguendo nella lettura, possiamo scoprire che le origini della pasta risalgono a tempi remoti in Oriente e nell’area del Mediterraneo. Infatti nel periodo florido della Magna Grecia era ampiamente diffusa, quando c’erano anche gli Etruschi. Il termine ha appunto una radice etrusca, ma poi è stato preso dai Romani e inserito nel loro vocabolario per arrivare fino a noi.

Attualmente è un alimento fondamentale per la cucina italiana e cinese. Grazie alle esportazioni globali anche le altre culture hanno abbracciato questo regime alimentare. Infatti per noi è impensabile non avere a tavola un piatto di pasta.

C’è chi eccede e chi invece se ne priva. Le motivazioni possono essere diverse, ma i nutrizionisti parlano chiaro. Bisogna tener conto di alcune regole per mangiare in modo sano e senza alcun senso di colpa.

Per i nutrizionisti se vuoi perdere peso devi fare così

La pasta viene consumata quotidianamente ed è ricca di vitamina D, magnesio e triptofano che garantisce l’aumento di serotonina, vale a dire l’ormone del buonumore. Questo amminoacido è utilizzato per sintetizzare la melatonina, cioè l’ormone del sonno. Infatti la pasta può essere consumata anche a cena e non solo a pranzo come tanti credono.

Nulla di male, ma e ben risaputo che in nulla bisogna eccedere. I nutrizionisti consigliano di mangiare pasta più di una volta al giorno, ma rispettando le quantità in base al proprio organismo.

Pasta al pomodoro - Avvisatore.it
Pasta al pomodoro – Avvisatore.it

Consigli utili che faranno la differenza

Quando andiamo nei supermercati sulle confezioni della pasta viene riportato la seguente di dicitura: “100 g di pasta a persona”. In realtà è un consiglio che una persona di 70 kg può seguire. Chi ha un peso minore dovrà per forza ridurre le dosi. È consigliabile la pasta integrale perché ha un indice glicemico più moderato e quella a base di legumi perché ricca di proteine vegetali.

Tuttavia è anche importante tener conto del condimento. A tal proposito i medici esperti del settore alimentare consigliano di non consumare quotidianamente le salse a base di pomodoro, panna e formaggio se sono industriali o precotti. Si preferisce la cottura al dente per evitare che i carboidrati diventino zuccheri. In questo modo vengono assimilati velocemente dall’organismo.