Home La Misteriosa Scomparsa del Ministro della Difesa Cinese Li Shangfu: Inchieste, Arresti Domiciliari e la Campagna Anti-Corruzione di Xi Jinping

La Misteriosa Scomparsa del Ministro della Difesa Cinese Li Shangfu: Inchieste, Arresti Domiciliari e la Campagna Anti-Corruzione di Xi Jinping

Il ministro della Difesa cinese, il generale Li Shangfu, è misteriosamente scomparso, secondo quanto riportato dai media. L’ultima volta che è stato visto è stato il 29 agosto, quando ha tenuto un discorso al Forum per la pace e la sicurezza Cina-Africa. Prima di questa scomparsa, Li aveva fatto un viaggio a Mosca e Minsk, dove aveva incontrato funzionari russi e il presidente bielorusso.

Secondo il Financial Times, il governo degli Stati Uniti ritiene che Li sia stato messo sotto inchiesta. L’ambasciatore degli Stati Uniti in Giappone, Rahm Emanuel, ha espresso apertamente la preoccupazione americana per questa vicenda, paragonando la situazione ad un mistero alla Agatha Christie.

Secondo alcune fonti, Li non si è presentato ad un incontro programmato con il capo della marina di Singapore perché è stato messo agli arresti domiciliari. Questa scomparsa segue la rimozione a sorpresa del ministro degli Esteri cinese, Qin Gang, a luglio, dopo una lunga e misteriosa assenza.

Xi Jinping ha anche sostituito due alti generali all’inizio di agosto, senza fornire spiegazioni sulle loro rimozioni. Da quando è salito al potere nel 2013, Xi ha condotto una dura campagna anti-corruzione che ha coinvolto anche gli oppositori politici. Tuttavia, dopo più di un decennio di governo, gli alti ranghi sono in gran parte alleati di Xi.

Li era stato nominato ministro della difesa nel marzo 2023, dopo aver ricoperto il ruolo di membro di alto rango della commissione militare centrale. Nel 2018, era stato sanzionato dagli Stati Uniti per l’acquisto di attrezzature militari russe da parte dell’esercito cinese.

La scomparsa di Li Shangfu è solo l’ultimo episodio di una serie di eventi misteriosi che coinvolgono alti funzionari cinesi. Mentre Xi Jinping continua la sua campagna anti-corruzione, gli analisti si chiedono se ci siano ancora alti livelli di corruzione all’interno dell’esercito cinese.

Segui Avvisatore su Instagram: @avvisatore.it