Home Intrattenimento La polemica sulla copertina del singolo di Edoardo Donnamaria: Somiglianza o coincidenza?

La polemica sulla copertina del singolo di Edoardo Donnamaria: Somiglianza o coincidenza?

In un’intervista a Turchese Baracchi, il fidanzato di Micol Incorvaia, Tavassi, ha condiviso il suo punto di vista sulla polemica generata dalla copertina del nuovo singolo di Edoardo Donnamaria. Tavassi ha dichiarato che, nonostante la somiglianza tra la ragazza dell’immagine e Micol, non crede che Edoardo abbia fatto apposta. Secondo lui, il cantante voleva solo evitare problemi e non pensava che la situazione avrebbe scatenato tanto clamore sui social. Tavassi ha anche sottolineato che Edoardo non ha nessuna ossessione per Micol e che la scelta della modella non è stata fatta per fini pubblicitari.

La reazione di Micol Incorvaia

Micol Incorvaia, presente durante l’intervista, ha confermato la somiglianza tra la ragazza della copertina e se stessa, ma ha sottolineato che non crede che Edoardo abbia fatto apposta. Micol ha riso della situazione e ha detto che non vede nessun problema nel fatto che Edoardo abbia scelto una modella che somiglia a lei.

Edoardo Donnamaria si difende

Edoardo Donnamaria, intervenendo telefonicamente, ha spiegato che non aveva previsto la reazione che la copertina avrebbe suscitato. Ha sottolineato che non credeva che la somiglianza avrebbe generato tanto clamore e che non aveva intenzione di fare pubblicità in questo modo. Edoardo ha anche chiarito che la scelta della modella non è stata fatta appositamente per somigliare a Micol.

In conclusione, la polemica sulla copertina del singolo di Edoardo Donnamaria sembra essere stata generata dalla somiglianza tra la ragazza dell’immagine e l’ex fidanzata Micol Incorvaia. Tuttavia, sia Tavassi che Micol hanno sottolineato che non credono che Edoardo abbia fatto apposta e che la scelta della modella non è stata fatta per fini pubblicitari. Edoardo stesso ha confermato che non aveva previsto la reazione che la copertina avrebbe suscitato e che non aveva intenzione di fare pubblicità in questo modo.