Home Tesla, l’ha lasciata in garage 2 mesi e l’ha ritrovata così: da mettersi a piangere

Tesla, l’ha lasciata in garage 2 mesi e l’ha ritrovata così: da mettersi a piangere

Auto Tesla - Avvisatore.it

Auto Tesla - Avvisatore.it

Hai un’auto Tesla e la lasci nel garage per mesi interi? Devi sapere che potresti pentirtene. Andiamo a scoprire il motivo

La Tesla è un’azienda statunitense e ha la sua sede in Texas. È nota a livello mondiale per produrre auto elettriche e pannelli fotovoltaici con lo scopo di sfruttare al meglio l’energia rinnovabile. Fu fondata nel 2003 da Martin Eberhard e Mark Tarpenning, ma solo in un secondo momento ha avuto una crescita esponenziale inimmaginabile.

Nel 2015 è stata considerata l’azienda più innovativa del mondo e dopo 5 anni ha raggiunto il traguardo di 1 milione di auto elettriche prodotte. Nel frattempo ha superato la Ford e la General motors in capitalizzazione azionaria diventando l’azienda automobilistica più stimata in assoluto.

All’inizio gli investimenti furono dati da Elon Musk , il quale è diventato presidente di commissione della Tesla. Tra i veicoli prodotti ricordiamo la Roadster, vale a dire la prima prodotta è venduta in 31 paesi. Ha rivoluzionato il concetto di auto elettrica.

Nella lista si possono menzionare Model S, che aveva eguagliato la Chevrolet volt ed era anche più economica, Model X, un suv di grandi dimensioni con addirittura 7 posti passeggeri, Model 3, un’auto che in una sola settimana registrò 325.000 prenotazioni. Proseguiamo nell’elencare le auto della Tesla.

Elemento semplice, ma essenziale da non trascurare

Da non dimenticare la Model Y, identica alla Model 3, ma con tratti estetici esterni diversi. La distribuzione è avvenuta a partire da marzo 2020. C’è anche la Semi, ovvero un trattore stradale la cui produzione è stata slittata nel 2022. La Cybertruck è quella più recente ed è stato ispirata al design futuristico.

A prescindere da tutto le automobili hanno degli elementi che pochi conoscono. Qualcuno è visibile mentre altri no è uno di questi è il gancio dello sportello. Non si dà attenzione, ma in realtà è un elemento essenziale. Se non usiamo l’auto per un po’ potrebbe dare dei problemi.

Gancio - Avvisatore.it
Gancio – Avvisatore.it

Un buon meccanico vi sarà d’aiuto

Il gancio dello sportello sporge dalla base del telaio, in quell’area in cui si chiude la portiera. In realtà nei suv della Tesla si può applicare un supporto che ha la funzione di pedana e serve a sollevarsi e accedere al portabagagli sul tetto dell’auto.

La portiera presenta un incavo in corrispondenza del gancio attaccato dal telaio dell’auto. Quando si chiude lo sportello si incastra nel gancio e quindi si applica una chiusura simile a quella delle porte antipanico. Non è fisso, ma attaccato con una o due viti che possono essere svitate. Se la porta si chiude male è colpa del gancio mal funzionante. Un buon meccanico lo nota subito.