Home Toto Cutugno: dalla batteria ad Al Bano, la leggenda della musica italiana

Toto Cutugno: dalla batteria ad Al Bano, la leggenda della musica italiana

Toto Cutugno: dalla batteria ad Al Bano, la leggenda della musica italiana - ilvaporetto.com

Toto Cutugno: la leggenda della musica leggera italiana

Toto Cutugno, nato il 7 luglio del 1943, è stato uno dei pilastri della musica leggera italiana. Con ben quindici partecipazioni al Festival di Sanremo, ha regalato al pubblico grandi successi e emozioni indelebili. La sua canzone “L’Italiano” ha fatto cantare un’intera nazione, lasciando un’impronta indelebile nella storia della musica italiana.

Le canzoni di Toto Cutugno hanno toccato i cuori di persone di tutte le età e stati d’animo. La sua carriera e la sua vita privata nascondono diverse curiosità che vale la pena scoprire.

Chi è Toto Cutugno: biografia e carriera

Toto Cutugno è cresciuto a Fosdinovo, in provincia di Massa-Carrara, in un ambiente permeato dalla musica. Fin da piccolo, ha suonato nella banda musicale del suo paese insieme al padre, un appassionato trombettista. Il suo primo strumento è stato la batteria, e il suo talento dietro le pelli era sorprendente. Il suo incontro con gli Albatros lo ha portato a diventare il cantante che tutti conosciamo. Nel 1975, ha intrapreso la sua carriera da solista, partecipando ben quindici volte al Festival di Sanremo e diventando un simbolo della musica italiana. La sua canzone più celebre, “L’Italiano”, ha una storia inaspettata: inizialmente scritta per Adriano Celentano, è stata rifiutata dallo stesso Celentano, che ha chiuso la porta a uno dei più grandi successi della musica italiana.

La vita privata di Toto Cutugno: la malattia e la ‘rinascita’

Purtroppo, Toto Cutugno ci ha lasciati poco dopo aver compiuto 80 anni, il 22 agosto 2023, all’ospedale San Raffaele di Milano. La sua malattia si era aggravata negli ultimi mesi, portandolo via da noi. I suoi funerali si sono svolti nella basilica dei Santi Nereo e Achilleo a Milano, e hanno visto la partecipazione di colleghi come Fausto Leali, Ivana Spagna, Gianni Morandi e Pupo. La sua salma è stata cremata al cimitero di Lambrate.

Durante gli ultimi anni, Toto Cutugno ha affrontato una dura battaglia contro un tumore, scoperto grazie all’iniziativa di Al Bano, che lo ha convinto a sottoporsi agli accertamenti medici necessari. Dopo un’operazione alla prostata, ha dovuto affrontare una serie di sedute di chemioterapia, che hanno messo a dura prova il suo corpo e la sua mente. In questo periodo, ha ritrovato la sua fede religiosa. La moglie Carla Cutugno è stata al suo fianco in ogni momento, dimostrando un amore e un sostegno indissolubili. Il figlio Nicolò è stato un punto di riferimento importante, e Toto Cutugno ha rivelato che non è figlio di Carla, ma di un’altra donna. La canzone “Com’è difficile essere uomini” è stata dedicata proprio a lui.

Se vuoi ascoltare le migliori canzoni di Toto Cutugno, ecco una playlist presente su Spotify:

Riproduzione riservata © 2024 – NM