Home Intrattenimento Boom dell’Usato in Italia: QLHYPE, la Nuova Frontiera del Second Hand di Lusso

Boom dell’Usato in Italia: QLHYPE, la Nuova Frontiera del Second Hand di Lusso

La crescita del mercato del “second hand” in Italia

Il mercato dell’abbigliamento di seconda mano in Italia sta vivendo un vero e proprio boom. Nel 2022, ben 24 milioni di italiani hanno acquistato vestiti usati, generando un giro d’affari di 25 miliardi di euro. Secondo l’Osservatorio Second hand economy, la spesa procapite per l’abbigliamento di seconda mano supera i mille euro annui, coinvolgendo il 40% dei consumatori italiani.

QLHYPE: la piattaforma per vendere abiti pre-loved dei vip

Per sostenere e incentivare il mercato del “second hand”, un gruppo di giovani imprenditori e celebrità ha lanciato la piattaforma QLHYPE. Su questo sito è possibile acquistare abiti pre-loved appartenuti a vip, influencer e personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e dei social. Tra i nomi coinvolti ci sono Belen e Cecilia Rodriguez, il rapper Gue Pequeno, Giulia De Lellis, Tommaso Zorzi e molti altri.

La selezione di capi di grandi brand

La particolarità di QLHYPE rispetto ad altri mercati di second hand è la selezione accurata dei capi. Sulla piattaforma sono disponibili solo abiti di grandi brand, senza fast fashion. Ignazio Moser, co-fondatore di QLHYPE, spiega che sul sito è possibile accedere alla sezione “CLOSET”, dove sono presenti circa 30 armadi con i vestiti dei vip. Ogni capo è corredato da foto, cartellino originale e prezzo scontato appositamente per QLHYPE. In questo modo, i clienti possono non solo acquistare abiti di pregio, ma anche vendere i propri, creando una circolarità economica virtuosa.

Il valore del “second hand” per l’ambiente

Acquistare abiti di seconda mano non solo permette di risparmiare, ma ha anche un impatto positivo sull’ambiente. Allungare la vita di un prodotto riduce i costi ambientali legati allo smaltimento e le emissioni di CO2. Inoltre, c’è una crescente attenzione verso l’ambiente e una lotta al fast fashion, una delle industrie più inquinanti del pianeta.

Il futuro di QLHYPE

QLHYPE ha allestito un Pop-Up Store a Milano, che ospita alcuni vip insieme ai loro armadi. Dopo il successo ottenuto, la piattaforma ha l’obiettivo di espandersi in Europa e negli Stati Uniti. L’idea di acquistare abbigliamento pre-loved sta diventando sempre più diffusa, soprattutto tra le nuove generazioni di consumatori. Non solo è una pratica sostenibile, ma permette anche di risparmiare fino al 70% sul prezzo originale dei capi.