Home Hakan Gumusoglu: la vendetta contro Demir Yaman

Hakan Gumusoglu: la vendetta contro Demir Yaman

Hakan Gumusoglu: la vendetta contro Demir Yaman - ilvaporetto.com

Hakan e il suo Piano di Vendetta

Hakan non è chi dice di essere. Si presenta sotto le mentite spoglie di Mehmet Kara e ha modo di incontrare Zuleyha nel suo ufficio. Determinato nel perseguire il suo obiettivo senza alcun genere di dubbio, Hakan non è disposto a rivendere le azioni dell’azienda Yaman. La prospettiva di investimento a Cukurova è chiara. Vuole approfittare dell’assenza di Demir per prendere il controllo dell’azienda e del cuore di Zuleyha, facendo leva sull’emotività della stessa.

Le Radici Profonde della Vendetta di Hakan

La storia della vendetta di Hakan ha radici profonde. Risale a quando la Procura apre un fascicolo su Demir e comincia a indagare su di lui, essendo il principale indiziato per l’omicidio di Sevda. Sempre Demir, insieme a Fikret, conduce delle indagini sul rapimento della piccola Leyla. Si convince – grazie alle pressioni del fratellastro – che possa essere opera di Hakan Gusumoglu. Questi è un vecchio socio di Demir, deluso per essere stato abbandonato nel momento della bisogno. Demir desidera uscire il prima possibile di prigione perché teme le azioni che potrebbe mettere in campo il suo nuovo nemico Hakan alla sua famiglia.

Legami Universitari e Vendetta

Fikret mette insieme gli elementi che ha a disposizione e capisce che il nemico di Demir, che è anche il responsabile dell’attacco alla tenuta, è Hakan Gumusoglu. Questi è il fratello dell’uomo che Fekeli ha investito. Hakan – come accennato – è anche ex-socio di Demir e compagno di università. Negli anni degli studi universitari si possono stringere legami duraturi, che possono accompagnare tutta la vita. Lutfiye ipotizza che possa essere proprio lui ad aver acquistato le azioni della famiglia Yaman. Intanto, a Smirne, Abdulkadir informa telefonicamente Hakan della morte del fratello. Per Hakan è troppo da accettare: vuole vendetta. La rabbia e il dolore sono sentimenti comprensibili di fronte a una perdita, ma ogni azione ha le sue conseguenze. Hakan ha in serbo un grande livore.