Home Matilde Bernabei: fondatrice Lux Vide, moglie di Giovanni Minoli, carriera e vita privata

Matilde Bernabei: fondatrice Lux Vide, moglie di Giovanni Minoli, carriera e vita privata

Matilde Bernabei: fondatrice Lux Vide, moglie di Giovanni Minoli, carriera e vita privata - ilvaporetto.com

La Fondazione di Lux Vide da Parte di Matilde Bernabei

Matilde Bernabei ha dato vita a Lux Vide insieme a suo padre oltre 30 anni fa. L’azienda è una rinomata casa di produzione televisiva e cinematografica che impiega circa sessanta dipendenti, sceneggiatori e centinaia di professionisti. Bernabei è anche la moglie del giornalista Giovanni Minoli. La coppia è insieme da 48 anni, ha una figlia di nome Giulia e tre nipoti. In un’intervista al “Corriere della Sera”, Matilde Bernabei ha parlato della sua carriera fin dai suoi esordi.

Il Ricordo di Ettore Bernabei e i Suoi Contributi

Bernabei ha condiviso un ricordo significativo riguardante suo padre, Ettore Bernabei, che è stato direttore generale della Rai dal 1960 al 1974. Ha sottolineato: “Mio padre si ricorda sempre come il potente direttore generale della Rai, però ha fatto tante altre cose, come lavorare alla realizzazione del Piano Casa insieme con Fanfani e La Pira, cioè rendere operativo il diritto dei meno fortunati ad avere una casa. Un progetto politico e sociale innovativo”. Ha inoltre aggiunto: “Il babbo non ci ha mai chiesto di credere in Dio. Poi certo, fino a 18 anni non si poteva uscire di sera. Mia madre soffriva di depressione, il babbo dalla Rai tornava a casa alle dieci di sera. Otto figli, io sono la terza, la prima femmina. Lo aiutavo, se c’era da comprare una lavatrice veniva da me, insomma, un po’ una vice mamma”.

Il Ruolo di Matilde Bernabei nell’Industria dell’Intrattenimento

Matilde Bernabei ha parlato della sua carriera iniziata in giovane età, sottolineando: “A 26 anni ero la più giovane donna dirigente in un’industria italiana. Mario Schimberni che aveva il compito di chiudere quel colosso indebitato, lo rilanciò. A 33 anni ero amministratore delegato a “Il Messaggero”, appena entrai ci fu uno sciopero. È spesso così con un nuovo management, non lo sapevo, ho vissuto la sindrome dell’impostore. Ai sindacati aggressivi apparivo tosta ma non lo ero. Giovannini, presidente degli editori, disse: vediamo cosa sa fare col suo bel culetto. Oggi lo lincerebbero. A 19 anni lavorai all’agenzia che si occupava della cooperazione per i paesi in via di sviluppo. Erano nuove imprese in Africa, formavamo il personale locale per renderlo autonomo. Volevo migliorare il mondo. È un po’ la filosofia della Lux Vide”.

La Vita Privata di Matilde Bernabei e Giovanni Minoli

Bernabei ha sposato il giornalista Giovanni Minoli quando aveva solo 20 anni. Ha condiviso: “Vedevo Giovanni ma in casa non lo dicevo a nessuno. Ha 9 anni più di me, che da giovani equivalgono a un mondo. Abitava in un loft a Trastevere. Mio padre, che era amico di suo padre, dopo qualche mese capì e disse: non penso che stiate tutti i giorni a parlare di Napoleone. Facciamo così: o vi sposate o non lo vedi più. La nostra prima uscita fu nel garage all’Ostiense dove Don Franzoni, poi sospeso a divinis perché considerato audace, diceva messa. Giovanni ed io abbiamo avuto altre vite e amori, c’è stata una mia fuga in Norvegia…Da qualche anno viviamo in due case comunicanti, la sera spesso ceniamo insieme, parliamo di tutto con piacere. Come tutti i grandi amori ha delle imperfezioni. Nostra figlia Giulia è l’espressione del nostro meglio”. Bernabei ha concluso dicendo: “Ci sono milioni di tipi d’amore. Abbiamo un patrimonio di passioni, interessi e valori comuni. Quando l’ho conosciuto, a 20 anni, lavorava già alla Rai. Giovanni è un rivoluzionario istituzionale ma è anche l’uomo più intelligente e affascinante che conosco. Tra poco festeggiamo le nozze d’oro”.