Home News Indagine sulla premeditazione di Filippo Turetta: i fatti e i personaggi svelati

Indagine sulla premeditazione di Filippo Turetta: i fatti e i personaggi svelati

Il mistero della scomparsa di Giulia Cecchetin: indagini in corso

La tragica conclusione della vicenda della scomparsa di Giulia Cecchetin ha scosso profondamente l’intera nazione italiana. Mentre è certo che Filippo dovrà pagare per ciò che ha fatto, ci sono ancora molti interrogativi da chiarire e gli investigatori stanno lavorando per far luce sui fatti. In particolare, si sta valutando se l’azione di Filippo sia stata premeditata o meno, ovvero se il giovane abbia pianificato ciò che avrebbe fatto.

Ci sono diversi indizi che portano a questa direzione, come ad esempio il coltello trovato nell’auto di Filippo, i vestiti di ricambio e un video che mostra la vettura del Turetta nella stessa zona poco prima della lite. Se questa ipotesi venisse confermata, la posizione di Filippo Turetta si aggraverebbe ulteriormente.

Per quanto riguarda il coltello da 12 centimetri ritrovato dalla polizia tedesca nell’auto di Filippo, il giovane ha affermato di averlo portato con sé per mettere fine alla sua vita, ma poi non ha avuto il coraggio di farlo. Tuttavia, la sua versione dei fatti viene smentita dal fatto che non ci sono segni sulla sua gola, dove Filippo ha dichiarato di aver puntato il coltello. Inoltre, sono stati trovati vestiti macchiati di sangue in una borsa, mentre quelli che indossava non erano sporchi, il che indica che li aveva portati con sé per cambiarsi.

A supporto dell’ipotesi della premeditazione c’è anche un video che mostra la vettura di Filippo passare diverse ore prima dell’incidente. Gli investigatori sospettano che il giovane si sia recato sul luogo per verificare personalmente la situazione.

Nel frattempo, è emerso che dopo la chiamata al numero di emergenza 112 da parte di un testimone che aveva sentito i due litigare violentemente, i carabinieri non sono intervenuti. L’assenza di intervento è dovuta al fatto che non sono stati forniti dettagli sufficienti per giustificare un’azione immediata. Tuttavia, tutto ciò non attenua la sofferenza della famiglia di Giulia, che sta attraversando un momento estremamente doloroso.