Cerca nel Sito :
   
Num 1523 del
17/03/2015
Homeee
Contat
Utenti
Online 361
Sommario
Interrogazioni Parlamentari
Newsletter

Scrivi qui la tua e-mail! Riceverai ogni settimana il meglio delle interrogazioni parlamentari e l'agenda degli appuntamenti politici

In Collaborazione Con

 

 

 

 

 

    Data pubblicazione: 31/01/2012     Codice Rif.: (4-14663)
Massacro di cani e gatti in Ucraina e la UEFA non interviene
 
On. Franco Frattini (Pdl) e altri

Quest'anno in Ucraina si terranno i campionati europei di calcio; con l'occasione all'evento le città ucraine stanno operando iniziative di restauro e abbellimento; contestualmente, è in corso una strage di massa di cani e gatti randagi, operata dalle autorità ucraine, cui partecipano anche singoli cittadini; cani e gatti sono uccisi barbaramente ed anche bruciati vivi per fare più in fretta e alimentare forni da riscaldamento; la UEFA non ha sinora mostrato alcun segno di intervento per far cessare questa vergognosa pratica; un evento sportivo non si può in tal modo sporcare del sangue di migliaia di animali, esseri viventi ed innocenti, nel silenzio della comunità internazionale; l'Italia, autorevole e promettente partecipante agli europei di calcio, ha sempre osservato politiche di rispetto, in linea con le prescrizioni europee, per gli animali, la loro vita e il loro benessere -: se il Ministro, con le opportune iniziative anche tramite formali istruzioni alle ambasciate responsabili, si impegni con forza, anche raccogliendo il consenso di altri partner europei, affinché l'Ucraina sospenda immediatamente questo massacro e provveda ad un piano di sterilizzazione degli animali randagi promuovendone, proprio in occasione degli Europei di calcio, le adozioni internazionali.


News
Curiosità
Link